Ansia per la Salute

Provare ansia per la salute è assolutamente normale.

A tutti nella vita capita di esser molto in ansia per la propria salute o per quella di qualche persona cara, ad esempio, quando si aspetta il referto di un esame medico oppure quando una persona cara lamenta forti dolori.
Allo stesso modo, la maggior parte delle persone ha paura di morire.

L'ansia per la salute diventa un problema quando si ha una paura frequente e molto intensa di avere (a volte la convinzione di avere) una grave malattia. Quest'ansia nasce dall'interpretazione catastrofica di alcuni sintomi, spesso generici, come mal di testa, formicolii o altre sensazioni fisiche.

Ad esempio una persona che prova dolore allo stomaco pensa di avere un cancro allo stomaco, oppure se prova un aumento del battito cardiaco teme di poter avere un infarto.
Ovviamente perché si possa parlare di ipocondria, è necessaria prima una valutazione medica completa che abbia escluso qualunque condizione medica generale che possa essere la causa dei sintomi fisici (per quanto possa essere a volte presente una condizione medica generale concomitante).

Spesso le persone che soffrono di ipocondria si sottopongono a frequenti visite specialistiche, a volte anche invasive, per avere la certezza di poter escludere la malattia che temono.
Molto spesso però le rassicurazioni dei medici non sono sufficienti a tranquillizzare la persona che tende quindi a rivolgersi ad altri medici o a ripetere gli stessi esami con eccessiva frequenza.
Molte persone con ansia per la salute controllano il proprio corpo con eccessiva scrupolosità alla ricerca di qualcosa di anomalo.

Di frequente cercano informazioni su internet rispetto i sintomi che provano.
Altre persone che soffrono di ansia per la salute possono avere un comportamento del tutto diverso e cioè evitano di consultare un medico, di fare accertamenti o addirittura le normali visite di controllo per paura che venga loro confermata la malattia che tanto temono. Alcuni evitano di vedere serie tv o leggere articoli che trattano malattie.
La psicoterapia cognitivo comportamentale è una delle terapie d'elezione nel trattamento dell'ansia per la salute.

Si interviene a livello cognitivo con la psicoeducazione e l'individuazione dei pensieri disfunzionali per poi sostituirli con pensieri alternativi più funzionali (spesso vi sono, ad esempio, convinzioni sull'utilità del preoccuparsi).
A livello comportamentale si aiuta la persona che soffre per ansia per la salute ad individuare quei comportamenti che mette in atto per ridurre l'ansia (evitamenti, attenzione sul corpo, ricerca di rassicurazioni/ informazioni….) e che invece mantengono il problema, consentendole in questo modo di interrompere i circoli viziosi.

woman with suspicious mall on her skin

Ansia_salute2

Ansia_salute3