Disturbo ossessivo compulsivo

La persona che soffre di Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC) ha pensieri, immagini o impulsi ricorrenti che creano angoscia, paura o allarme e spesso la portano a mettere in atto comportamenti ripetitivi o azioni mentali.

Le ossessioni sono idee, pensieri, immagini mentali o impulsi che causano emozioni sgradevoli, come paura, disgusto, disagio, dubbi o la sensazione di non aver fatto le cose nel "modo giusto"; vengono vissute inoltre come intrusive, fuori dal proprio controllo; la persona stessa le giudica irragionavoli e assurde.

Le persone con DOC possono preoccuparsi eccessivamente dello sporco e dei germi o essere ossessionate dall'idea di potersi contaminare o poter contaminare gli altri. Possono aver paura di essersi comportati in maniera tale da avere inavvertitamente fatto del male a qualcuno (per es., aver investito con l’auto un pedone o una persona in bici senza accorgersene), di poter perdere il controllo di sé e diventare aggressivi (per es., far del male al proprio figlio, spingere qualcuno sotto un treno), o di essere omosessuali o pedofili. Possono anche provare disagio intenso quando le cose non sono in un certo ordine o asimmetriche.

Le compulsioni sono dei rituali cioè comportamenti ripetitivi come lavarsi le mani, controllare, riordinare o azioni mentali  come contare, ripetere delle parole o delle formule mentalmente, messi in atto per neutralizzare o almeno ridurre il disagio provocato dalle ossessioni; Per esempio la persona con l’ossessione di contaminazione può lavarsi le mani così spesso da provocarsi delle escoriazioni mentre la persona con l’ossessione di controllo può ricontrollare più e più volte di aver chiuso il gas o di aver chiuso la porta di casa a intervalli di pochi minuti.
Circa l'80% delle persone con DOC ha sia ossessioni che compulsioni, meno del 20% ha solo ossessioni o solo compulsioni.

Molte persone che soffrono di DOC chiedono continue rassicurazioni a familiari ed amici, riguardo alle proprie preoccupazioni. Ad esempio, se hanno ossessioni di contaminazione, chiedono se certi oggetti o certi cibi sono stati lavati in un certo modo, se qualcuno ha toccato le loro cose, se gli altri si sono puliti dopo essere stati in bagno o dopo aver toccato animali o cose "sporche". Se invece hanno ossessioni di controllo chiedono agli altri di ricontollare se hanno chiuso bene il gas o la porta di casa, se hanno spento le luci o staccato tutte le spine degli elettrodomestici. Queste richieste di rassicurazione hanno una funzione tranquillizzante al pari delle compulsioni.

Le persone che soffrono di disturbo ossessivo-compulsivo cercano di evitare tutte quelle situazioni che innescano i pensieri ossessivi.
Così chi teme la contaminazione evita di andare nei bagni pubblici o di toccare qualunque oggetto che possa essere sporco, apre le porte o accende le luci con i gomiti, chi invece ha pensieri ossessivi a contenuto aggressivo evita di avere a portata di mano oggetti contundenti o appuntiti come coltelli e forbici.

Intervento: la psicoterapia cognitivo-comportamentale costituisce il trattamento d’elezione per bambini, adolescenti e adulti con DOC. Aiuta le persone ad apprendere una strategia per resistere al DOC che avrà effetti a breve e a lungo termine.

Il trattamento del DOC si basa essenzialmente sull’esposizione e prevenzione della risposta.
La ripetizione dell'esposizione consente la diminuzione dell'ansia fino alla sua completa estinzione.

Perché la tecnica dell'esposizione sia più efficace è necessario che sia affiancata alla tecnica di prevenzione della risposta. In sostanza il soggetto viene istruito a fronteggiare lo stimolo temuto, sperimentare l'urgenza di mettere in atto le compulsioni e immediatamente bloccare l'emissione di tali comportamenti. In parallelo il tarapeuta utilizzando tecniche cognitive aiuta il paziente a gestire le sue preoccupazioni modificando in particolare le credenze legate all’eccessiva responsabilità o all’importanza dei propri pensieri.

La terapia cognitivo comportamentale è efficace almeno quanto gli psicofarmaci nel trattamento del DOC ed assai più utile nel prevenirne le ricadute.

Disturbo_ossessivo1

Disturbo_ossessivo2

Disturbo_ossessivo-03